}
  • Eur/Usd: i tassi USA spingono il green back sui massimi da quattro mesi, mentre l’euro resta sotto pressione.

Panoramica del Mercato

16 maggio 2018

Eur/Usd: i tassi USA spingono il green back sui massimi da quattro mesi, mentre l’euro resta sotto pressione.

Il future del dollaro index, che misura la forza del dollaro americano nei confronti di un paniere di valute quest'ultima rappresentata per oltre il 50% dalla valuta europea, si mantiene sui massimi da cinque mesi, toccando un massimo di 93,26, sostenuto dai guadagni dei tassi americani.


Proprio nei confronti della valuta europea, il dollaro americano potrebbe continuare a guadagnare terreno e quindi continuare il rally ribassista sulla major fino a raggiungere l'area di demand 1.1600 - 1,1550; soprattutto perché la valuta unica sembra alquanto turbata dalle notizie secondo cui un eventuale governo Movimento Cinque Stelle - Lega sarebbe intenzionato a chiedere un condono di 25 miliardi di euro di debito italiano in mano alla Banca Centrale Europea; sull'argomento l'economista della Lega, Claudio Borghi, ha riferito che la bozza di richiesta di condonare i 250 miliardi di debito italiano, non ha mai fatto parte di nessuna bozza ufficiale del programma di governo, Inoltre ha aggiunto che "quello che stiamo proponendo è che ai fini del patto di stabilità, il debito acquistato sotto il Quantitative Easing non conti nei calcoli del rapporto debito / Pil dei paesi".


La notizia della cancellazione dei 250 miliardi di debito pubblico, è stata diffusa anche da 'Huffington Post', che ha diffuso integralmente le 39 pagine della bozza dove si evince che il partito penta stellato ed il carroccio hanno in serbo di chiedere direttamente a Draghi di cancellare il debito in titoli di Stato che la Bce ha acquistato nell'ambito del Quantitative Easing in un'operazione che varrebbe 10 punti percentuali del rapporto debito/Pil. Su questo punto non sono giunte smentite tra i due leader Salvini e Di Maio. Tra gli altri punti presenti nella bozza di bilancio ci sono anche l'eliminazione delle sanzioni nei confronti della Russia e la cancellazione della legge Fornero.


Al momento, smentite e conferme intorno alle 39 pagine della bozza di governo, non fanno altro che accentuare l'alone confusionario in cui si trovano i due schieramenti politici, non solo nel cercare un intesa definitiva con un programma univoco con il beneplacito di Bruxelles, ma soprattutto perché le proposte che sono inserite nel programma di governo, a lungo andare farebbero schizzare il deficit dei conti pubblici al 5,5% del Pil per il prossimo anno, con una percentuale ben al di sopra del limite previsto dell'Unione Europea la quale prevede una deficit di base pari all'1,3%; ed proprio su questo punto che ieri sono arrivati i due interventi dei due vicepresidenti della Commissione Europea, Valdis Dombrovskis e Jyrki Katainen, che hanno invitato l'Italia a rispettare i parametri stabiliti «senza eccezioni».


In particolare, se analizziamo con attenzione i tre punti principali, presenti nella bozza di governo, ovvero: il reddito di cittadinanza, il taglio delle tasse e il superamento della legge Fornero costerebbero 100 miliardi l'anno: una situazione che condurrebbe a un drastico deterioramento del disavanzo di bilancio con il deficit, stimato dal nostro modello economico globale, al 5,5% nel 2019. Secondo alcune stime, il reddito di cittadinanza costerebbe 30 miliardi, la flat tax circa 60 e la rivisitazione della legge sulle pensioni altri 15 miliardi. In più servirebbero 31 miliardi nel biennio 2019-2020 per fermare l'aumento automatico dell'Iva fino al 25 per cento.


Nota: sempre un occhio al calendario economico!

Focus del Mercato
  • The number of job openings was little changed at 6.7 million on the last business day of June
  • UK house prices in the three months to July increased by 3.3% against the same period a year earlier
  • German industrial production declined more then expected in June
  • The average of household spending in Japan was down 1.2 percent on year

Tutto il materiale pubblicato è solo a scopo informativo. Le performance passate o simulate non sono un indicatore affidabile per i risultati futuri. Si prega di leggere tutta la dichiarazione di responsabilità.

Apri un conto demo & area clienti
Accetto la Politica sulla Riservatezza e che i miei dati personali siano processati:
37 premi internazionali
Hai una domanda?

Apri un conto e utilizza il nostro supporto personalizzato che ti segue passo per passo
in ogni fase dell'uso dei nostri servizi

Seguici

Avviso sui rischi dell'investimento: Trading sul Forex e CFD a margine comporta un alto livello di rischio e può non essere adatto a tutti gli investitori. I CFD sono strumenti complessi e comportano un alto rischio di perdere denaro rapidamente a causa della leva finanziaria. Il 72% dei conti degli investitori al dettaglio perde denaro quando trada i CFD tramite questo provider. Prima della negoziazione è necessario prendere in considerazione il proprio livello di esperienza e la propria situazione finanziaria. TeleTrade usa il massimo impegno per fornire ai propri clienti tutte le informazioni necessarie e le più appropriate misure di protezione ma, nel caso in cui i rischi appaiono ancora poco chiari, esortiamo i nostri clienti avvalersi anche di una consulenza indipendente.

© 2011-2018 TeleTrade-DJ International Consulting Ltd

TeleTrade-DJ International Consulting Ltd è registrata come società d'investimento a Cipro (CIF: Cyprus Investment Firm) con il numero di registrazione HE272810 e con licenza rilasciata dalla Securities and Exchange Commission Cipro (CySEC) con il numero 158/11.

TeleTrade-DJ International Consulting Ltd opera in conformità con le direttive europee MiFID.

Le informazioni contenute in questo sito hanno mero scopo informativo. Tutti i servizi e le informazioni provengono da fonti ritenute attendibili. TeleTrade-DJ International Consulting Ltd ( per brevità, "TeleTrade") e/o terzi fornitori di informazioni, non danno alcuna garanzia sui servizi erogati e sulle informazioni fornite. Utilizzando tali informazioni e servizi, l'utente accetta che TeleTrade non si assuma – in nessun caso – alcuna responsabilità nei confronti di qualsivoglia persona o ente per qualsiasi perdita o danno, in tutto o in parte imputabili all'affidamento su tali informazioni e servizi.

TeleTrade collabora esclusivamente con istituti finanziari regolamentati per la custodia e sicurezza dei fondi dei clienti. Si prega di consultare l’elenco completo delle banche e delle società intermediarie che prendono in carico le transazioni finanziarie dei clienti.

Si prega di prendere completa visione di tutte le condizioni di utilizzo.

Per ottimizzare l'esperienza di navigazione dei visitatori, TeleTrade utilizza i cookie nei suoi servizi web. Continuando a navigare sul nostro sito, quindi, l'utente accetta di utilizzare i cookie. In caso di disaccordo è possibile modificare le impostazioni del browser in qualsiasi momento. Per saperne di più.

TeleTrade non offre i propri servizi a residenti o cittadini degli Stati Uniti d'America e di Belgio.

Scegli lingua/ufficio